CORSO DI FORMAZIONE
Mediatore interculturale


 

Programma

MODULO 1 – Attività di intermediazione linguistico-culturale
MODULO 1.2 – Analisi dei bisogni e delle risorse del beneficiario della mediazione
MODULO 1.3 – Orientamento e relazione utente immigrato/servizi
MODULO 1.4 – Mediazione interculturale
TIROCINIO – Presso il Tribunale dei Minori di Campobasso e/o altre strutture in Convenzione


Grafico delle competenze

  • Teoria 60%
  • Esercitazione 20%
  • Pratica 20%

Destinatari e criteri d’accesso

Il mediatore interculturale è solitamente un immigrato o comunque una persona che, per esperienze pluriennali di vita, conosce i codici linguistici e culturali della popolazione migrante di riferimento. Fondamentali sono i seguenti requisiti:

  • ottima conoscenza di una lingua maternale del paese d’origine;
  • la conoscenza della lingua italiana: livello minimo di competenze “ALTE livello 2”;
  • buona conoscenza di una lingua veicolare del paese d’origine;
  • alto livello di consapevolezza personale, stabilità emotiva;
  • adeguata esperienza di vita in Italia;
  • diploma di scuola superiore, buona cultura di base;
  • ottima capacità di relazionarsi con gli altri, buone doti comunicative.

Profilo professionale

Il mediatore interculturale è un professionista che opera in contesti ad alta densità d’immigrazione. I compiti principali del mediatore sono:

  • facilitare una comunicazione in profondità tra nativi, operatori, agenzie, istituzioni e migranti. Il mediatore non sostituisce funzioni, ma riconduce la comunicazione ai soggetti principali, facilitandone le relazioni e il dialogo;
  • offrire consulenza agli immigrati e alle loro famiglie e associazioni per aiutarli a muoversi autonomamente nella nuova realtà sociale.

Percorso di 600 ore complessive di cui:

  • 400 ore di teoria (attività d’aula consistente in lezioni frontali e esercitazioni pratiche)
  • 200 ore di stage (il tirocinio viene svolto all’interno delle strutture di competenza, pubbliche e organizzazioni del privato sociale dove è previsto l’intervento del mediatore interculturale)

MODULO 1 – Attività di intermediazione linguistico-culturale

MODULO 1.2 – Analisi dei bisogni e delle risorse del beneficiario della mediazione

MODULO 1.3 – Orientamento e relazione utente immigrato/servizi

MODULO 1.4 – Mediazione interculturale

TIROCINIO – Presso il Tribunale dei Minori di Campobasso e/o altre strutture in Convenzione

Attestato di qualifica.

Pin It on Pinterest